Omar Pedrini

Omar Pedrini è cantante e chitarrista. Inizia la carriera nel 1986 con il gruppo dei Timoria con cui raggiunge il successo a metà degli anni novanta grazie agli album Viaggio senza vento e 2020 Speedball. Nel 1996 pubblica il suo primo CD da solista intitolato Beatnik – Il ragazzo tatuato di Birkenhead.. Nel 2002 concede una "pausa di riflessione di cinque anni" ai Timoria e decide di intraprende la carriera solista. Debutta così nel 2004 al Festival di Sanremo con "Lavoro inutile" ricevendo il premio dei giornalisti. Esce il suo secondo CD da solista: Vidomar. Dopo diversi mesi di inattività a causa di una grave malattia, riprende a fare delle esibizioni in acustico tornando a collaborare con altri componenti dei "Timoria" come Enrico Ghedi (tastiere) e Filippo Ummarino (percussioni) e altri artisti del mondo della musica, cinema, scultura (ad esempio Marco Lodola). Del 2006 il suo terzo album da solista Pane burro e medicine, anticipato dal singolo "Shock". Nel 2009 ha realizzato la title track della colonna sonora del film di Pupi AvatiIl figlio più piccolo” in cui interpreta anche un cameo. Il 23 giugno2010 è uscito un nuovo album intitolato La capanna dello Zio Rock. Da inizio 2011 è in tour con la sua band formata da Maurizio Strappazzon alla chitarra, Larry Mancini al basso, Alberto Pavesi alla batteria e Giancarlo Zucchi alle tastiere, riproponendo il meglio dei Timoria e alcuni brani inediti della sua carriera solista.