Davide Rocca

Davide Rocca ha compiuto i suoi studi a Roma diplomandosi in pianoforte e canto col soprano Ravazzi e perfezionandosi con i Maestri Puecher, Leone e Piacenti. Nel 1991 presso il Laboratorio Lirico del Teatro Grande di Brescia. Nel 1993 vince il Secondo Premio al Concorso di Musica Vocale da Camera "Città di Conegliano Veneto” e nel successivo anno vince il Concorso Internazionale Spazio Musica. Si perfeziona nello stile barocco con Emma Kirby e Tubb a Dartington. Ha cantato in sale prestigiose come il Teatro Municipale di Losanna, il Festival di Lubiana, il Teatro di Nimes e Carcassonne, il Teatro La Fenice di Venezia, l’Ente Teatro di Cagliari, il Teatro di Lugo di Romagna, il Teatro Carignano di Torino, la Radio Svizzera Italiana, il Teatro Coccia di Novara, la Sala Verdi del Conservatorio di Milano. In occasione della riapertura del “Teatro alla Scala” di Milano ha eseguito quattro intermezzi buffi. In campo concertistico si è distinto nelle interpretazioni di Händel, Fauré, Schubert, Mahler, Poulenc. Ha inciso per Bongiovanni (Il carretto del venditore d’aceto di S.Mayr e Al Canvett ” di Filipello per la Radio Svizzera Italiana e La Parisina di Donizetti), Arrighetto di Coccia al teatro di Novara in coproduzione con il ROF, Rita Donizetti a Brescia; ha inoltre registrato per l'etichetta "La Bottega della Discantica" Livietta e Tracollo di G. B. Pergolesi e Il Tutore di J.A.Hasse. Ha partecipato a Festival internazionali e svolge costante attività con il Gruppo da Camera Caronte di Brescia. Debutta a Imperia come Antonio e Conte d'Almaviva nelle "Nozze di Figaro", a Fiesole nel ruolo di Ottone de "L'incoronazione di Poppea". Recentemente ha debuttato nei ruoli di Don Magnifico ("La Cenerentola") e di Taddeo ("L'italiana in Algeri") di Rossini.