Antonella Ruggiero

Antonella Ruggiero è considerata una delle voci più intense del panorama musicale italiano, negli anni ha mostrato la sua curiosità sperimentando diverse forme sonore e artistiche. Dopo il percorso con i Matia Bazar, ha spaziato dalla musica sacra a quella per bambini, dal jazz al pop, passando per la musica ebraica, portoghese e orientale. La carriera solista della Ruggiero inizia con "Libera", cui ha fatto seguito "Registrazioni moderne", in cui rileggeva insieme a gruppi e solisti la sua produzione precedente. Nel 1999 è la volta di "Sospesa", in cui compaiono collaborazioni con Ennio Morricone e con Giovanni Lindo Ferretti. Nel 2000 inizia un tour dedicato al repertorio sacro con il Quartetto Arkè e il percussionista Ivan Ciccarelli, da cui nasce "Luna crescente, Sacrarmonia".

Dopo avere affrontato l'eredità di Broadway, nel 2002 è alla Biennale di Venezia per la prima al Teatro La Fenice di "Medea" di Adriano Guarnieri. Nel 2003 ritorna al pop con l'album "Antonella Ruggiero". Nel 2005 esce "Big Band!", tra brani di cantautori ed echi latinoamericani e ottiene il primo posto a Sanremo nella categoria donne con la canzone "Echi d'infinito".

Tra le produzioni più recenti: "Stralunato recital live", "Souvenir d'Italie", viaggio all’interno della canzone italiana fra le due guerre e "Genova, la Superba", dedicato alla tradizione della canzone d'autore della sua città, tra Bindi e De Andrè. A ottobre 2008 esce “Pomodoro genetico”, nel quale le sonorità classiche degli archi si fondono con l’elettronica. Del 2010 “I regali di Natale”, con venti brani della tradizione cristiana del periodo natalizio, in un percorso che va dal medioevo agli anni ’40, attingendo dal repertorio classico e popolare.